Metodo Chorleywood

Tra le cose per cui il Regno Unito é famoso non figura il pane. Con buone motivazioni, direte voi che avete provato l’ebrezza del “white loaf”. Beh sí, ma anche no, i deliziosi Club Sandwich se non li facciamo col pane inglese con cosa?

Il fatto é che il pane inglese ha una sua storia, é la storia di un’adattamento: inventarsi una tecnica per usare le risorse che si hanno e produrre pane che tutti possano permettersi.
E’ la storia del metodo Chorleywood, nato alla fine degli anni ’50. Questo metodo permette di produrre pane economico usando il grano inglese, di qualitá bassa, e permette di farlo in pochissime ore. Un bel vantaggio se vuoi produrre pane che costi poco e sfami una nazione con prodotti locali. Il prezzo che si paga é l’aggiunta di alcuni enzimi, molto lievito e grasso vegetale. Tutta roba legale, niente di dannoso per la salute. Certo diverso dalla baguette francese o dalla mitica michetta, per non parlare del pugliese.
Non voglio discutere la qualitá del prodotto, é la storia ad essere molto interessante.

L’articolo sulla BBC.
La pagina wiki: Chorleywood.

Aggiungo, e dovete credermi sulla fiducia, che piú di un fornaio continentale usa lo stesso identico metodo o metodi molto simili. Perché? perché si produce piú pane con meno lavoro, usando farina di bassa qualitá e altro, in meno tempo.
Possiamo dire che la qualitá del pane in Italia, con le ovvie eccezioni, é peggiorata sensibilmente negli ultimi 10 anni? siamo sinceri, resta buono, ma qualcosa é cambiato e non in meglio. Peccato.

Advertisements
This entry was posted in SoBritish and tagged , . Bookmark the permalink.

9 Responses to Metodo Chorleywood

  1. NordKappp says:

    Pensa che il pane di qui non mi piace a tal punto che me lo faccio da sola (quando riesco!) con la macchina del pane. Anche se pero’ non e’ come il nostro pane. Anzi, magari pure quello ceh faccio io e’ fatto col metodo Chorleywood. Quello che non mi piace del pane inglese e’ la consistenza. Troppo molle. A me piace la crosta croccante. Come si fa a mangiare pane e salame in un pane che si schiaccia cosi???

    • Anna8 says:

      Nordkappp, non volevo aprire un dibattito sulla (non)bontá pane inglese, per caritá, ma trovo la sua storia molto interessante. Certo che col pane inglese non puoi fare pane e salame :). Peró ormai tutti i supermercati sono in grado di produrre simil baguette, a volte mi capita di fare pane e frittata con quelli, buono e croccante! Non é come il pane continentale, per caritá, peró negli anni stanno migliorando.

  2. tytania says:

    Io qui il pane lo faccio in casa: ho la macchina del pane per impastarlo e poi lo cuocio in forno. Viene bene, bello croccante, ben alveolato. Appena sfornato è una delizia. Poi però la sera è moscio. Ma moscio moscio eh, bisogna rimetterlo un po’ in forno perchè si ripigli. Prima o poi ci decideremo a comprarci un tostapane con i punti della nectar card, per non stare ad accendere sempre il forno 😦
    Interessante l’articolo della BBC… mi andrò a fare un bacon sandwich 😉

    • Anna8 says:

      Tytania, la macchina del pane ha tentato anche me piú di una volta, ma non sono ancora completamente convinta. Non so. Anche se ammetto che il profumo del pane appena fatto … wow! orgasmo olfattivo.

      • tytania says:

        io se dovessi dare un consiglio in proposito direi di comprare l’impastatrice piuttosto della macchina del pane. infatti alla fine il pane lo cuocio nel forno 😉

  3. NordKappp says:

    Tytania, ma come fai senza tostapane?? Io ci vivo di toast. Forse non e’ un bene. Comunque consiglio da esperta:quando lo comprerai, evita quelli economicissimi (£6-£10) perche’ o non tostano o bruciano. Alla larga.

    • tytania says:

      me lo chiedo anch’io, e la risposta é che se avessi il posto dove appoggiarlo lo avrei già comprato. terro’ in mente il tuo consiglio quando verrà il momento!

  4. loricott says:

    Scusate, cos’e’ la “macchina per fare il pane” ??. Non fara’ mica il paio con il bollitore per le uova sode Siemens, vero? (http://www.amazon.de/Siemens-TE12009-Eierkocher-7-Eier/dp/B0002KQ2L4).

    • tytania says:

      no, dai, non é proprio come il bollitore per le uova sode 😀
      é una macchina che impasta, fa da cella di lievitazione e cuoce anche il pane (e si puo’ usare anche per fare la marmellata). con la mia i risultati di cottura del pane non sono un granché, ma ho un modello cinese molto economico. inoltre se il pane lo cuoci nella macchina ti viene fuori irrimediabilmente il pane a cassetta.
      io (non vorrei averlo già detto ;)) lo cuocio nel forno!

Any comments?

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s