La reazione standard

Non lo potete sapere ma qui stanno facendo da mesi, ormai son ben sette, la “revisione delle segretarie”. Che non e’ niente di pornografico, e’ soltanto un modo per chiamare una ristrutturazione del personale amministrativo, ovvero: abbiamo bisongo di liberarci di un po’ di segretarie. Non che io non sia d’accordo, anzi, c’e’ gente che non fa un cacchio da mane a sera ma, nel frattempo, il numero dei manager e’ aumentato. Se dobbiamo risparmiare … certe cose sono uguali in tutto il mondo.
Ma chi sono io, ultima delle segretarie, per capire la gestione di un’azienda immensa? Infatti non capisco e vi diro’ di piu’, miei tre lettori, non capisco ma non mi voglio adeguare.

Oggi ho preso una piccola decisione. E’ accaduto dopo aver confessato il mio livello ad una collega ed averne ottenuto quella che ormai e’ diventata la reazione standard a questa confessione: “Cosaaa??? ma io credevo fossi almeno uno o due livelli piu’ su! tu lavori con le paghe e con dati sensibili … e’ incredibile!”

Ho deciso che finita questa di ristrutturazione, ammesso e non concesso di non essere licenziata, non si sa mai, io mi infilo nel momento opportuno nell’ufficio della manager e chiedo un avanzamento di livello.
Sapete qual e’ uno dei motivi per cui le donne fanno meno carriera o hanno paghe piu’ basse degli uomini? perche’ spesso non chiedono il dovuto aumento o avanzamento. Mi son rotta. Sempre ammesso di avere ancora un lavoro tra un mese io ci metto la faccia e chiedo. Al limite mi diranno di no.

Advertisements
This entry was posted in OfficeLife and tagged . Bookmark the permalink.

6 Responses to La reazione standard

  1. oddio, sono una donna.

  2. damanera says:

    Quando lavoravamo in Italia era successo lo stesso a me e a Loricott: colleghi con mansioni inquadrate al livello appena sotto il nostro che strabuzzavano gli occhi scoprendo che eravamo SOLO un livello piu’ in alto di loro (quello base per il tipo di lavoro) e non due piu’ in alto. Quando mi sono licenziata il capo ha fatto la faccia delusa “ma come? avevo pronto per te l’avanzamento di grado (obbligatorio dopo tot anni, in cui con un aumento di forse 100.000 lire lorde mensili non venivano piu’ pagati gli straordinari- dando per scontato che erano inclusi nell’aumento 😦 )”

    • ah, l’aumento di tot euro mensili (non più lire) lo sto aspettando anche io! sempre alla stessa condizione: poi non mi pagheranno più gli straordinari.
      Infatti, sto pensando di rifiutarlo…lavorare di più per essere pagato di meno? no, grazie, mi tengo il mio misero livello attuale.

  3. tytania says:

    Anche nella compagnia dove lavora mio marito hanno fatto molte redundancies tempo fa, per via della recessione, e hanno diminuito gli stipendi a tutti (e c`é da dire che chi aveva lo stipendio più alto ha avuto una riduzione maggiore) peró alla fine sono rimasti molti più directors e associates che impiegati normali e a me é sembrato strano. Non ho mica capito come funziona!
    Per quanto riguarda il chiedere fai benissimo. Se non ti cacciano chiedi, e vedrai che ti sarà dato 😉

  4. NordKappp says:

    Si fa cosi’. Ma proprio cosi’. Quelli che vengono pagati di piu’ e che hanno gli aumenti maggiorni non sono necessariamente quelli che se lo meritano ma quelli che gridano di piu’. Credimi che anche se fai il triplo del lavoro di qualcun altro, se non capiscono che vuoi un aumento NON TE LO DARANNO. Grida e batti i piedi.

  5. Pingback: Cose che non cadono dal cielo | Una bionda … dentro

Any comments?

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s