A colori

Un mese fa, il 70 anniversario dell’inizio della campagnia “V for Victory” (Churchill, 19 Luglio 1941).

Tra il 1940 e il 1941 Londra subì qualcosa come 76 bombardamenti notturni  e continui da parte della Luftwaffe. Avete sicuramente visto immagini di Londra del periodo, devastata. Le avete viste in bianco e nero, sgranate. Il Daily Mail ne ha pubblicate alcune a colori. Fanno una certa impressione. Perché l’ultima guerra in casa nostra noi la conosciamo per immagini statiche e sgranate, e ci sembra forse anche per questo lontana, un passato remoto in bianco e nero appunto. Queste immagini ridimensionano un poco le nostre sensazioni, io le trovo spettacolari, tragiche e vicine, molto vicine a noi.

Il servizio fotografico completo lo trovate su LIFE. Questa la didascalia iniziale:

“Nel settantesimo anniversario del lancio della campagnia “V for Victory” da parte di Winston Churchill (WWII) LIFE presenta alcune fotografie a colori scattate a Londra durante la guerra, in tributo allo spirito dei britannici che non si fece atterrire. I raid aerei della Luftwaffe sulle città inglesi nel 1940 – 1941, attacchi noti come “The Blitz”, furono terrificanti, ma fallirono nel loro scopo dichiarato: demoralizzare il popolo britannico e distruggere l’economia. Non sorprende che Londra subì il colpo maggiore del Blitz. Più di un milione di case in Londra vennero ridotte in rovine o danneggiate gravemente, più di 20000 civili furono uccisi nella sola Londra.”

Tutto questo insieme ad altre cose definisce questo meraviglioso, sebbene talvolta irritante, popolo. So British.

Advertisements
This entry was posted in Civiltá, SoBritish and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

3 Responses to A colori

  1. tytania says:

    La foto del palazzo in fiamme sembra una foto dei riots della settimana scorsa…

  2. Anna8 says:

    Eh si, impressione, vero?

  3. Giovy says:

    Ero proprio nel Regno Unito nei giorni in cui si ricordava V for Victory.
    Non si parlava altro che dei Blitz della .
    Hai ragione a dire “so British”.
    Loro hanno un modo di considerare la storia molto distaccato e, a mio avviso, tremendamente perfetto.

Any comments?

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s