Luoghi comuni e vestaglie

Interno mattina, casa blu. Si pisola fino a tardi visto che é il giorno libero e abbiamo fatto tardi lavorando. Mi rigiro quasi sveglia ormai mentre Disaster dorme ancora pacifico. Sento una furgoncino fermarsi nel cortile di casa.
Il neurone si attiva. L’idraulico deve venire a cambiare il rubinetto della vasca/doccia, ha le chiavi dal proprietario, ha detto che sarebbe passato nella seconda metà della settimana, oggi é solo martedì … meglio controllare. Sbircio dalla finestra: ‘azzo é lui! Orco mondo, oggi é solo martedì!

Mi alzo di scatto, cosa che non fa bene alle vertigini posizionali, ma vabbè. Infilo canottiera e vestaglia. L’idraulico bussa. “Just a second, please!”

Forza neurone, lavora, hai pochi secondi. Cosa c’é un giro che, se tu fossi un’idraulico, non vorresti vedere? La biancheria stesa in bagno! Raccatto tutto e lancio sul divano in soggiorno. Chiudo la porta della camera dove Disaster ignaro continua a dormire. Dormirebbe anche sotto le bombe, non sapete come gli invidio questa cosa a volte.

Apro all’idraulico, che conosco, chiedo scusa per il caos e la faccia addormentata: ho lavorato fino tardi. Lui sorride, o meglio, se la ride sotto i baffi che non ha. Entra, sistema la sua attrezzatura in bagno e mi chiede di chiudere il rubinetto centrale dell’acqua.

In quel mentre realizzo che ho aperto la porta all’idraulico in: vestaglia di seta nera, occhialini da intellettuale e piedi nudi. Per quel che ne sa l’idraulico potrei non indossare altro e in effetti … sembra tale quale la scena iniziale di film erotico. Oddio!
Va bene che é un’idraulico inglese e quindi tutto compito non ha quasi fatto una piega, a parte la mezza risatina soddisfatta quando ho aperto la porta, ma … mi infilo in camera e indosso qualcosa di più consono.

L’idraulico fa il suo lavoro di idraulico (non di attore hard!), facciamo due chiacchiere tecniche sul rubinetto (sul rubinetto nuovo della vasca! giuro!), poi saluta e se ne va.
Disaster ancora dorme; verrà svegliato. Al momento del caffé gli racconto cosa si é perso mentre dormiva. Commenta:

“Te non stai bene! aprire all’idraulico in vestaglia … tu gli hai sistemato la giornata e possibilmente pure la serata!”

Quindi gente, quando sentite storie di idraulici a cui le clienti aprono in vestaglia, credetegli.

Advertisements
This entry was posted in MyBlondeness and tagged . Bookmark the permalink.

15 Responses to Luoghi comuni e vestaglie

  1. che scena!! in effetti…però dici bene, sembra più l’inizio di un film erotico che di un film porno… in un porno non saresti stata a piedi nudi, ma avresti avuto delle scarpe in plastica trasparente con plateau di 5 cm e tacco di conseguenza. E l’idraulico non avrebbe avuto nemmeno la cassetta degli attrezzi, solo un’erezione che usciva dalla salopette 😀
    Scherzi a parte, sembrava una scena fatta apposta. Però a sto punto mi chiedo…chissà quante ne vedono, gli idraulici, gli elettricisti, gli antennisti, eccetera eccetera, di situazioni così 🙂 qualcuno di loro dovrebbe pensare di scrivere un libro!!

    (ps x Zia, che non c’entra nulla: mi hanno pubblicato un commento sul corriere! ovviamente, un commento in cui come al solito faccio il puntiglioso 😛 Leggi l’articolo sui nomi trovati con google… 😉 )

  2. marcoscan says:

    Avrà fatto gli straordinari a cromare la sua tubatura… 🙂

  3. NordKappp says:

    Ah ah, mi ha divertito questa storiella. Effettivamente come dice Schuck (a parte la battuta sulla saloppette che mi ha fatto ribaltare) gli idraulici ne vedranno di cotte e di crude entrando nelle case della gente. E comunque zia capisco al tua frustrazione al sonno a prova di cannonate di disaster…io mi sveglio se vola una piuma. Non e’ giusto.

    • Anna8 says:

      Ma tu sai che il vero british non fa una piega, mi fossi anche presentata senza vestaglia non avrebbe cambiato espressione. A volte mi chiedo come fanno … centinaia di anni di allenamento :).

      Dormire: tu non hai idea di come dorme quest’uomo qui. A volte mi preoccupa :). Lo potrebbero portare via con il letto! LOL

  4. Giovy says:

    Ah … chissà che scena!!! Spettacolo di risveglio!

    • Anna8 says:

      🙂 Ripensandoci secondo me l’idraulico ha pensato: se il buongiorno si vede dal primo intervento del mattino … chissá il resto della giornata!

      • loricott says:

        …e al secondo intervento s’e’ beccato una babbiona (in vestaglia, beninteso!) di almeno ottant’anni e con un paio di occhialli spessi mezzo pollice. Ecco perche’ restano impassibili: han visto cose che noi umani… 😉

        • Anna8 says:

          in effetti … porelli loro! Comunque anche se cosi fosse per il mioidraulico almeno il primo intervento e’ stato divertente :).

      • loricott says:

        occhiaLi, ovviamente.

  5. magari al secondo s’è beccato due gemelle 19enni bisessuali ed incestuose che erano rimaste incastrate nell’idromassaggio ed avevano bisogno del suo aiuto, chi può dirlo! 😀

Any comments?

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s