The very natural order of things

Per tutti quelli che non capiscono, lasciate che siano le parole di questo papá a spiegarvelo, di nuovo:

Advertisements
This entry was posted in Civiltá and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

17 Responses to The very natural order of things

  1. saggio…però… posso fare un appunto e mezzo?
    Per me il discorso è impostato male… il daddy dice: “puoi scegliere se mantenere un ottimo rapporto con tua figlia, oppure perderla..”, suona come: anche se non sono d’accordo, per non perdere mia figlia, mi faccio andar bene le cose così come sono. Non mi sembra un messaggio tanto positivo. Messa così, sembra che accetti l’omosessualità della figlia, non perchè davvero capisca che è una cosa naturale, quanto per “necessità”, per non perderla.
    10 all’idea dello spot, 6,5 alla realizzazione dei dialoghi…

    • Anna8 says:

      Ovvio che puoi :).
      L’ho notato anch’io ma poi parla di “ordine naturale delle cose”, come se intendesse: non capivo, ho accettato per non perderla e dopo un po’ ho capito, ho capito che é naturale.
      Credo sia un video semiamatoriale, quindi ci sta che sia imperfetto.

  2. damanera70 says:

    Il traguardo da raggiungere e’ che non ci sia nulla da dire, invece che insistere sul “non c’e’ niente di male”. Qualcuno ha mai commentato “anche se mia figlia sposa un ragazzo lo accetto?” oppure “non ho niente contro gli eterosessuali, finche’ stanno tra loro, purche’ non facciano del male agli alltri”? . Una volta stavo passeggiando e in direzione opposta alla mia ho incorciato una coppia tenrissima e sorridente: due persone camminavano abbracciate. Ho colto la loro tenerezza ed ho sorriso, loro mi hanno sorriso in ritorno. Dopo qualche passo ho capito che cosa c’era di inusuale: erano due uomini. Ho solo pensato “che bello che mostrano il loro affetto con tale disinvoltura che e’ solo ovvio vederli insieme”. Un’altra volta ho incontrato una maestra dell’asilo nido per strada con un’amica. Ci siamo salutate e poi ho notato il dettaglio: stavano per mano come solitamente fanno le coppie di fidanzati. Ho pensato “che bello, buon per loro”.

    • Anna8 says:

      Che belle immagini, grazie per averle condivise! Belle storie,soprattutto di te e di come vedi queste cose. Non é cosí per tutti, purtroppo.

  3. damanera70 says:

    C’e’ anche chi non accetta che il figlio vada a fare il muratore perche’ gli piace, invece che studiare medicina per diventare dottore come piacerebbe al papa’, ma non si fanno i video al riguardo.

    • Anna8 says:

      Vero 🙂 Ma non mi risulta che a un muratore sia mai stato negato un diritto considerato naturale per tutti gli altri.

      • damanera70 says:

        Il video parla della delusione delle aspettative dei genitori, non del diritto a legalizzare l’unione tra due persone dello stesso sesso (su cui sono d’accordo da prima che ne parlassero i giornali anni fa).

  4. loricott says:

    Spero di non offenderti, ma io trovo il video insopportabilmente melenso e zeppo di luoghi comuni, uno piu’ sballato dell’altro. Solo per dirne una, parla di ‘expectations’ verso i figli. Ma per favore!

    Se vuoi parlare di omosessualita’ — e continuo a pensare che farlo cosi’ non serva a molto — fai pure. Io penso che sia meglio farlo cosi’: http://www.youtube.com/watch?v=MHDCAllQgS0
    Non e’ niente piu’ di una chiaccherata, ma almeno fornisce spunti interessanti e da una fonte ragionevolmente autorevole.

    • Anna8 says:

      Se mi offendessi per opinioni diverse dalle mie starei fresca :)!
      Certo che il video é melenso, e se sei in sindrome premestruale anche commovente ;). Non l’ho postato in quanto fonte autorevole di spiegazione, ma per quello che é, o che vuole essere: la testimonianza commovente e melensa di un padre e una figlia.

      Quindi grazie per il link: finirá con un commento e magari una traduzione in un post futuro, uno serio e non melenso.

    • robsom says:

      son curioso, tu non hai aspettative per tuo figlio?

  5. loricott says:

    No, ho solo speranze. Spero che sia felice, che si trovi un lavoro appagante, che riesca a trovare buoni maestri di vita. In questo io gioco un ruolo fondamentale, cioè dargli gli strumenti mentali ed emotivi per fare le sue scelte. Posso (e ho il dovere di) guidarlo — tanto quando era neonato, sempre meno mentre sta crescendo, finché non inizierà a fare di testa sua. Il solo modo per guidarlo è con l’esempio: pensa, fai e dici le stesse cose che vuoi che lui pensi, faccia e dica, tenendo comunque conto che mentre cresce vedrà, penserà e dirà cose apprese altrove. L’obiettivo finale è il rispetto e l’ammirazione reciproci.
    In ogni caso, non posso certo aspettarmi che mio figlio si conformi ai miei desideri, specialmente se riguardano i gusti, le emozioni, le passioni o altre scelte personali. Sicuramente non posso aspettarmi che si faccia una famiglia, men che meno fatta come io la farei.

    L.

    • robsom says:

      non vedo la differenza…

      • robsom says:

        aggiungo, che non vedo nemmeno cosa c’entri una discussione sul perche’ alcune persone sono omosessuali con una discussione sui diritti civili degli omosessuali.

      • loricott says:

        Ci riprovo. Spero che possa trovare un lavoro coinvolgente (per lui, qualsiasi sarà, indipendentemente da quello che ne penso io), e non mi aspetto che si laurei in XY alla scuola Z (perché è quello che io penso che sia bello e giusto).

  6. thecicken says:

    Beh, a me il video è piaciuto, sarà pure la fase premestruale, ma mi è piaciuto.
    E per la questione dei figli (io ne ho due, maschi,preadolescenti) io me lo sono fatta la domanda: “e se uno di loro fosse omosessuale? come reagirei?”
    magari se questa domanda se la ponesse qualche genitore in più non sarebbe male

Any comments?

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s