Roca, sempre piú

Siamo andati alla Royal Alber Hall. Avevamo due ambitissimi biglietti per Bob Dylan in concerto. In concerto alla Royal Alber Hall. I brividi al sentire quella voce roca, roca sempre piú, Disaster dice che é come del buon bourbon, migliora negli anni. Poi la sua armonica a bocca, che solo lui la suona cosí. I musicisti di supporto, bravissimi, tutti quanti, dal banjo, alla chitarra elettrica, passando per il fascinoso contrabbasso. Lui al microfono, al pianoforte, sempre in piedi, sempre immerso nella sua musica. Dylan é uno di quelli che ogni volta ve la suona diversa e secondo me lo fa perché solo lui é degno di cantare le sue poesie, noi siamo spettatori del suo concerto, non si canta con Bob Dylan, si ascolta, ci si emoziona dentro, ci si alza, si applaude fortissimo. Lui ringrazia anche alla fine, sta invecchiando, sta diventando meno scontroso? chi lo puó sapere. Certo é stata una serata perfetta ed emozionante, emozionante dentro, nelle corde che solo la buona musica sa toccare. Thank you Bob.

Bob Dylan

Advertisements
This entry was posted in Genio, InDue, JustForFun, USA and tagged , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Roca, sempre piú

  1. nordkappp says:

    Pensa che anche io in passato ero andata a vederlo. Circa 15 anni fa, e gia’ allora mi sembrava invecchiatissimo. Cmq concordo, bravissimo poeta.

    • Anna8 says:

      Beh l’etá é quello che é, ma lui é davvero un grande. Verrebbe da dire che é la dimostrazione che fumare non fa troppo male 😉

Any comments?

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s